Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia

Thursday, 31 october 2013 | Ítacat

Italiano

12 OTTOBRE 2013: CIÒ CHE LI UNISCE (Ítacat)

Consigliamo quest’articolo per la descrizione critica, ampia e dettagliata, della manifestazione contro l’autodeterminazione della Catalogna.

 
Come da copione, il 12 ottobre la Plaça de Catalunya di Barcellona è stata scenario di una manifestazione contro la celebrazione di un referendum per l’autodeterminazione della Catalogna. A convocarla, per secondo anno consecutivo, è stata la piattaforma “Som Catalunya, Somos España”, costituita da entità minoritarie nella società catalana: associazioni contro la normalizzazione del catalano, lobby (post)franchiste e due partiti politici, il Partido Popular (PP) e Ciudadanos (Cs). Il primo, oggi al governo a Madrid, non è altro che la rifondazione/evoluzione della vecchia Alianza Popular (AP), il partito che durante la Transizione aggregò le varie correnti che appoggiavano la dittatura di Francisco Franco; il fondatore AP e del PP, nonché Presidente onorario di questo, Manuel Fraga, fu ministro di Franco ed enfant prodige del regime. Per quanto riguarda Cs, invece, si tratta di un partito che possiamo definire civico-populista e giacobino, profondamente centralista e con una spruzzatina di progressismo, che dimostra un particolare odio nei confronti del complesso processo di normalizzazione della cultura catalana dopo secoli di repressione e minorizzazione. I due partiti, bisogna ricordarlo, non arrivano a rappresentare che una quarta o quinta parte degli elettori. Ciononostante fanno appello all’esistenza di una maggioranza silenziosa che sarebbe contraria all’indipendenza, che essi dicono di voler rappresentare. Per la verità, a giudicare dai risultati elettorali, questa maggioranza più che essere silenziosa sembra essere immaginaria e desiderata ma alquanto irreale. Infatti, esattamente come nel caso della maggioranza silenziosa cui faceva appello in Italia il (neo)fascista Movimento Sociale Italiano dell’era Almirante, si tratta piuttosto di una minoranza sediziosa, e per questo molto pericolosa. Tale concetto fu anche usato negli anni settanta da settori del regime franchista per vendere un’immagine della dittatura come una sorta di democrazia di fatto capace di leggere nei desideri e necessità degli spagnoli, senza avere peraltro la necessità di consultarli. In realtà, sebbene gli organizzatori si siano sforzati per dare un’immagine democratica e familiare, bastava immergersi un po’ più a fondo in questa maggioranza silenziosa, osservarne i partecipanti, per verificare che proprio di una minoranza sediziosa si tratta: membri riconosciuti del Círculo Ecuestre e del Club Polo de Barcelona, espressione dell’alta società nobiliare e para-nobiliare; vecchi tradizionalisti carlisti e nostalgici dell’impero spagnolo; orfani del dittatore Franco e giovani arrivisti liberal-chic; le “allegre” centurie del Casal Tramuntana al gran completo, diretta emanazione dell’italica Casa Pound; una nutrita delegazione del partito xenofobo Plataforma por Cataluña che, pur usando una retorica para-catalanista, è contrario all’autodeterminazione.


Continua a leggere


Very bad Bad Good Very good Excellent (2 vòtes)
carregant Loading




Lectures 3414 visits   Send post Send


Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia

Il Collettivo Emma è una rete di Catalani e non, che vivono in paesi diversi e che si dedicano a monitorare e rispondere alle notizie che compaiono nei media internazionali sulla Catalogna . 
Il nostro scopo è che l'opinione pubblica del mondo abbia un'immagine fedele della realtà attuale del Paese e della sua storia.

L'obiettivo è di essere riconosciuti come una fonte affidabile di informazioni e di idee sulla Catalogna, da un punto di vista catalano.
[More info]

quadre Traductor


quadre Newsletter

If you wish to receive our headlines by email, please subscribe.

E-mail

 
legal terms
In accordance with Law 34/2002, dated 11 July, regarding information services and electronic commerce and Law 15/1999, dated 13 December, regarding the protection of personal data, we inform you that if you don’t wish to receive our newsletter anymore, you can unsubscribe from our database by filling out this form:








quadre Hosted by

      Xarxa Digital Catalana

Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia