Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia

Saturday, 12 april 2014 | Corriere della Sera

Italiano

RISPOSTA ALL'ARTICOLO "DEMOLITORI IN ORDINE SPARSO"

Segnaliamo la pubblicazione, sul Corriere della Sera dell'11-04-2014, della nostra lettera e della breve ma soddisfacente risposta di Angelo Panebianco, autore dell'editoriale "Demolitori in ordine sparso" uscito sullo stesso giornale il 31 marzo. 


31 marzo 2014

Gennaro Ferraiuolo e Marco Giralucci – Collettivo Emma (www.collectiuemma.cat)

Nell’editoriale del 31 marzo, Angelo Panebianco ha messo insieme, come “demolitori” dell’UE, il FN di Marine Le Pen, la Lega Nord e l'indipendentismo catalano. L’autore, secondo noi, ha dimenticato che i catalani, a differenza dei padani, non sono affatto alleati del Front National.

Mettere sullo stesso piano dei partiti politici e una nazione è un metodo assai discutibile e mostra i suoi limiti proprio rispetto alla dimensione europea, perché se è noto che l’antieuropeismo è una bandiera del populismo leghista e lepenista, per onestà intellettuale si deve anche ricordare al lettore la manifestazione di Barcellona dell’11.9.2012, quando oltre un milione e mezzo di persone hanno sfilato con lo slogan “Catalogna, nuovo stato d’Europa”.

Se questo non bastasse, il 23 gennaio 2013, quasi due terzi dei deputati al parlamento catalano hanno approvato una dichiarazione politica di sovranità in cui, al punto n. 6 (intitolato Europeismo) , si afferma: «si difenderanno e promuoveranno i principi fondamentali dell’Unione europea, in particolar modo i diritti fondamentali dei cittadini, la democrazia, la garanzia dello Stato sociale, la solidarietà tra i diversi popoli d’Europa e il sostegno al progresso economico, sociale e culturale». Se agli argomenti razionali se ne volesse aggiungere uno emotivo, si può cercare in internet il collage composto di oltre 107.000 fotografie di più di un milione mezzo di persone che, il 12 settembre 2013, si sono prese per mano per una lunghezza di oltre 400 km lungo tutto il territorio catalano (www.gigafoto.assemblea.cat). Osservando i volti dei partecipanti - giovani, famiglie con bambini, persone anziane - si può forse comprendere quanto senso possano ancora avere parole come Popolo e Nazione.



Angelo Panebianco

Mi dispiace per l'equivoco. So che il movimento indipendentista catalano non è antieuropeo. Nell'articolo citato mi occupavo in realtà di alcune contraddizioni proprie della Lega Nord e di altre formazioni che hanno adottato quella che ho chiamato l'ideologia delle piccole patrie, e che citano abitualmente il caso della Catalogna, e anche quello della Scozia a sostegno delle proprie tesi.


Very bad Bad Good Very good Excellent
carregant Loading




Lectures 2732 visits   Send post Send


Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia

Il Collettivo Emma è una rete di Catalani e non, che vivono in paesi diversi e che si dedicano a monitorare e rispondere alle notizie che compaiono nei media internazionali sulla Catalogna . 
Il nostro scopo è che l'opinione pubblica del mondo abbia un'immagine fedele della realtà attuale del Paese e della sua storia.

L'obiettivo è di essere riconosciuti come una fonte affidabile di informazioni e di idee sulla Catalogna, da un punto di vista catalano.
[More info]

quadre Traductor


quadre Newsletter

If you wish to receive our headlines by email, please subscribe.

E-mail

 
legal terms
In accordance with Law 34/2002, dated 11 July, regarding information services and electronic commerce and Law 15/1999, dated 13 December, regarding the protection of personal data, we inform you that if you don’t wish to receive our newsletter anymore, you can unsubscribe from our database by filling out this form:









quadre Hosted by

      Xarxa Digital Catalana

Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia