Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia

Tuesday, 21 july 2015 | LA STAMPA

Italiano

Catalogna indipendente, in campo Pep Guardiola

L’ex allenatore del Barcellona candidato nella lista unitaria con Artur Mas



LA STAMPA
 
21-07-2015
 
 
ENRICO CAPORALE
 
 
Alla fine ci ha messo la faccia anche Pep Guardiola. L’ex allenatore del Barcellona, che in quattro anni con i blaugrana ha vinto di tutto (14 coppe, tra cui due Champions League e tre titoli di Liga), sarà tra i candidati alle regionali catalane in programma per il 27 settembre. Il suo nome chiude la lista unitaria «Convergència y Esquerra» promossa dal presidente uscente della Catalogna, Artur Mas, per realizzare il sogno d’indipendenza da Madrid. 
 
Guardiola, ora in tour in Cina con il Bayern Monaco (la squadra che allena dal 2013), ha fatto sapere che non intende lasciare il calcio per la politica e che la sua candidatura è simbolica (da qui la scelta di comparire al 135° e ultimo posto della lista aperta dall’europarlamentare Raül Romeva). Tuttavia, la sua discesa in campo rischia di rovinare ulteriormente il sonno al premier spagnolo, Mariano Rajoy, il quale continua a ripetere che «la Catalogna non sarà mai indipendente».  
 
Secondo un sondaggio pubblicato dal quotidiano «La Vanguardia», «Convergència y Esquerra» - che mette insieme destra e sinistra - potrebbe conquistare fra 68 e 72 seggi (su un totale di 135) nel Parlamento di Barcellona, strappando così la maggioranza assoluta. Mas, che ha fatto delle regionali del 27 settembre un plebiscito per o contro l’indipendenza, già pregusta il successo e i due principali partiti iscritti alla lista unitaria (Convergenza Democratica e Esquerra Republicana) hanno riferito che in caso di vittoria proclameranno la «secessione» entro 6-8 mesi.  
 
Insomma, altro che referendum simbolico come lo scorso novembre. Questa volta tutto sembra pronto per l’addio a Madrid. Del resto, anche il nuovo sindaco di Barcellona, Ada Colau, che in un primo momento non aveva voluto esprimersi, in una recente intervista ha detto che «la relazione tra Spagna e Catalogna è ormai esaurita» e che «l’importante è la democrazia». Se non proprio un sostegno al progetto indipendentista, poco ci manca.  
 
Guardiola, comunque, non è il solo sportivo ad appoggiare Mas: nel 2010 Xavi Hernandez e Carles Puyol (ai tempi entrambi giocatori del Barcellona) festeggiarono il Mondiale portando in giro per il campo la Senyera (la bandiera nazionale della Catalogna). Resta da capire in caso di secessione contro chi giocherebbe il Barça, escluso dalla Liga spagnola. 



Very bad Bad Good Very good Excellent
carregant Loading




Lectures 1291 visits   Send post Send


Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia

Il Collettivo Emma è una rete di Catalani e non, che vivono in paesi diversi e che si dedicano a monitorare e rispondere alle notizie che compaiono nei media internazionali sulla Catalogna . 
Il nostro scopo è che l'opinione pubblica del mondo abbia un'immagine fedele della realtà attuale del Paese e della sua storia.

L'obiettivo è di essere riconosciuti come una fonte affidabile di informazioni e di idee sulla Catalogna, da un punto di vista catalano.
[More info]

quadre Traductor


quadre Newsletter

If you wish to receive our headlines by email, please subscribe.

E-mail

 
legal terms
In accordance with Law 34/2002, dated 11 July, regarding information services and electronic commerce and Law 15/1999, dated 13 December, regarding the protection of personal data, we inform you that if you don’t wish to receive our newsletter anymore, you can unsubscribe from our database by filling out this form:








quadre Hosted by

      Xarxa Digital Catalana

Col·lectiu Emma - Explaining Catalonia